Mustang Enthusiasts: Intervista a Guido Pertile

Mustang Enthusiasts: Intervista a Guido Pertile

Mustang Enthusiasts: Intervista a Guido Pertile

Nel nostro peregrinare per raduni in giro per l’italia e l’europa ci capita di incontrare tantissimi appassionati, con storie incredibili. A volte però le storie più belle le trovi quasi dietro a casa, nella tua stessa regione. Ho conosciuto Guido durante uno dei raduni annuali del Mustang Club of Italy. Al primo impatto non mi sarei aspettato che un distinto e colto signore della Bologna bene avesse un amore così sfrenato per la Ford Mustang. Questo credo dimostri ancora di più come, l’amore per questa auto, non solo non tenga conto dell’età, ma nemmeno dell’estrazione sociale delle persone. Così, una fredda, umida e maledettamente nebbiosa sera di Dicembre 2015, ci siamo seduti a un tavolo e abbiamo parlato un po’…

1)Perché hai scelto la mustang la prima volta? Cos’è che ti ha fatto dire voglio quella auto?
l’idea di acquistare la mia prima Mustang come regalo natalizio 1997 dei miei primi ” cinquant’anni” viene da molti anni prima. Avevo 17 anni nel lontano 1964 quando alla concessionaria Ford vidi , nuova di fabbrica, la prima generazione appena importata dagli USA.
La sua linea estremamente diversa, direi futuribile, emergeva e la rendeva unica. Era un sogno per me in quegli anni irrealizzabile. Quando mi sposai la prima auto fu una Ford Capri GT 1600 nuova (linea copiata dal Mustang) per il mercato europeo che richiedeva auto compatte e di non elevata cilindrata. Acquistai in seguito altre auto, anche SW e SUV per esigenze familiari con trasporto figli, poi passati molti anni, vidi nuovamente una linea Mustang che faceva al mio gusto, così mi regalai nel 1997 la prima versione della quarta generazione V8 4.6 versione Cobra, di cui ho pubblicato in passato foto su facebook che attualmente non trovo.

2)Quante Mustang hai avuto?
Dal 1997 al 2015 ho acquistato nuove, vendendo sempre la precedente, quattro mustang e precisamente:
1) Quarta generazione prima versione 4.6 V8 convertibile Cobra;
2) Quarta generazione seconda versione 4.6 V8 convertibile Cobra a ruote posteriori indipendenti;

2001_02

2001

3) Quinta generazione seconda versione 4.6 V8 convertibile GT;

2014

4) Sesta generazione 5.0 V8 convertibile GT.

2016

2016_02

3)La tua preferita di sempre?
Acquistando solo modelli nuovi, ovviamente non ho mai preso in considerazione i modelli 1964-1970. Il modello che ho apprezzato maggiormente per la tenuta di strada fu la seconda Mustang elencata.

4)Qualche ricordo speciale legato alle tue auto?
Con la Cobra Convertibile feci due estati di ferie in Scozia attraversando l’Europa con la capote aperta.
Ricordi fantastici e credo così’ di aver risposto anche alla terza domanda.

5)Qualche disavventura invece?
Mi distrussero dopo pochi mesi la prima Mustang. Ero fermo in coda in autostrada e mi “entrarono” a detta della Polizia Stradale, sul retro della Mustang a 130km orari e si fermarono dopo avermi fatto fare un balzo nell’aria di una ventina di metri più avanti. Accartocciato ma vivo. L’auto fu smontata e la parte dal volante, compresi i due sedili anteriori fino al paraurti posteriore, fu staccata e buttata. Arrivo’ dagli USA la nuova parte posteriore e la Stang venne ricostruita con pezzi nuovi di fabbrica, saldando manualmente ciò che i robot avevano fatto in fabbrica all’origine; l’auto dopo sette mesi mi venne consegnata perfetta. Costo da fattura pagata dall’assicurazione al riparatore L. 115.000 .000 milioni di lire. Ho sempre ringraziato Dio della struttura solida e deformante nella parte posteriore della quarta generazione, altrimenti non sarei qui a raccontarvi quello che mi è successo.

6)Consiglieresti la mustang come auto? se si, perchè?
La Mustang e’ in America un’auto sportiva guidata da ogni genere di pubblico. A mio avviso è un’auto affidabile e può durare molti anni se tratta con cura.
La sesta generazione tanto contestata per la diversita’della linea si sta dimostrando un grande successo. In Italia non credo avra’ il successo che sta realizzando negli altri paesi europei causa una voluta tassazione che allontana molti appassionati.
Quando le società di noleggio USA sostituiranno i loro parchi Mustang sesta generazione V6 – 3.7, verranno sicuramente importate in Europa e se si è fortunati qualche buon affare si potrà realizzare.

Ringraziamo Guido per la disponibilità concessaci, e speriamo al più presto di potervi regalare altre storie di Appassionati con la A maiuscola.

A presto

Questo post è disponibile anche in: enInglese

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.